giovedì 18 aprile 2013

FRITTATA PIZZA ALL'ORTOLANA






Perché frittata all'ortolana? Perché gli ingredienti sono bio come piacciono a me.
La scorsa domenica sono andata a cogliere gli asparagi.
Era la prima volta per me, poiché sono nata e vissuta sempre in città. E' stato veramente divertente e direi alquanto faticoso.
Avevo indossato la tuta e la T-shirt come se dovessi andare in palestra, non era certamente la mise idonea;) Vi consiglio, infatti: jeans, galosche o scarpe da trekking ... insomma braccia e gambe coperte!
Sta quasi terminando il periodo ideale per tale raccolta, quindi bisogna affrettarsi a raccoglierne il più possibile.
Io ne ho raccolti 2 kg, ma vi confido che non ero sola;) ... Per tale motivo, ho usato gli asparagi per più di una ricetta.
Eccone, oggi, un'altra!!!


Ingredienti:

4 uova bio
6 pomodorini pachino 
20 asparagi selvatici
cipolla rossa q.b. 
100 gr. di Parmigiano Reggiano grattuggiato
2 cucchiaini di paprika dolce
2 pizzichi di sale

Procedura:

Sbattere le uova.
Aggiungere gli asparagi, precedentemente lavati e fatti bollire.
Quando li ho colti, ho tolto solo la parte superiore, il gambo è quasi sempre duro.
Aggiungere i pomodorini lavati e divisi in 4.
Versare la paprika dolce, sale e parmigiano.
Continuare a girare.
Nel frattempo, versare pochissimo olio nella padella e spalmarlo con le mani su tutta la padella.
Quando la padella sarà calda (mi raccomando usate quella antiaderente o da crepe), versare delicatamente il composto.
Sistemare i pomodorini in modo equidistante, una volta cotta sarà più bella e sembrerà una pizza;)
Far cuocere prima da un lato e girare intorno ai bordi con un utensile (che si usa per girare gli hamburgers) in modo tale che non si attacchi. 
Toccate con una forchetta e quando è compatta, rovesciatela delicatamente dall'altro lato.
Io la rovescio sul piatto, ma la padella da crepe vi aiuta molto;) 

Segreto: SE, INVECE, VOLETE UNA FRITTATA ALTA E SOFFICE: USATE TANTE UOVA, SBATTETELE MOLTO E AGGIUNGETE UN PIZZICO DI DI BICARBONATOPOTETE ANCHE CUOCERLA NEL FORNO.
MI RACCOMANDO LA FRITTATA VA SEMPRE COTTA A FUOCO BASSISSIMO, COSINON SI BRUCIA E SI CUOCE BENE ALL'INTERNO.










Why omelet with vegetables? Because the ingredients are organic as I like.
Last Sunday I went to pick asparaguses.
It was the first time for me, because I was born and had always lived in the city. It was really fun and I would say quite hard.
I wore the suit and T-shirt as if I had to go to the gym, it was not certainly the right outfit;) I advise you, in fact: jeans, galosche or hiking shoes ... so covered short arms and legs!
It's almost ending the ideal period for this harvest, so you have to hurry to collect them as much as possible.
I've had collected 2 kg, but I am confident that I was not alone ... ;) For this reason, I used asparaguses for more than a recipe.
Here, today, another one!


Ingredients:

4 organic eggs
a cluster of cherry tomatoes n°6.
20 wild asparaguses
red onion q.b.
100 g grated Parmigiano Reggiano 
2 spoons of sweet paprika
olive oil
2 pinch of salt 

Steps:

Beat the eggs.
Add the asparaguses, previously washed and boiled.
When I picked them up, I took only the top, the stem is almost always hard.
Add the washed tomatoes and divided them into 4.
Pour 2 teaspoons of sweet paprika, salt and Parmesan cheese.
Continue to turn.
Meanwhile, pour a little olive oil in the pan and spread it by your hands over the entire pan.
When the pan is hot (I recommend that you use non-stick pan or for crepe), gently pour the mixture.
Place the tomatoes that must be equidistant; once cooked it will be more beautiful and looks like a pizza ;)
Cook first on one side and turn around the edges with a tool (which is used to turn the hamburgers) in order to avoid it stick.
Touch it with a fork and when it is compact, inverted it gently on the other side.


Segret: HOWEVER, IF YOU WANT A HIGH AND SOFT FRITTATA: USE LOTS OF EGGS, BEAT THEM A LOT, A PINCH OF BICARBONATE. 
YOU CAN ALSO COOK IN THE OVEN.
YOU MUST ALWAYS COOK AT LOW FIRE, SO IT DOESN'T BURN AND COOKS INSIDE WEEL.

Nessun commento:

Posta un commento