lunedì 22 aprile 2013

PANZANELLA DI COUSCOUS













La panzanella è un piatto povero che veniva usato dai contadini toscani e laziali per colazione.
Il pane era ritenuto sacro, perciò essi non ne buttavano neppure una mollica!! Ricordo, infatti, che mia nonna non voleva che il pane fosse messo al contrario sul tavolo perché era un enorme offesa a Dio.
Io ne ho fatto una versione moderna e l'ho messa fra gli antipasti, ma potete mangiarla come se fosse un primo piatto estivo.
Un'insalatiera, pochi ingredienti e un Colle del Trasimeno (Umbria) o bel Chianti ... il gioco è fatto!!!


Ingredienti:

4 persone

250 gr. di couscous Tipiak
3 sedani
3 pomodori grandi e maturi 
olio evo
un pizzico di sale e pepe nero
aceto balsamico
mezza cipolla bianca


Procedura:

Mettere cetrioli e pomodori sotto sale affinché perdano l'acqua.
Tagliare pomodori, cipolla e il sedano in piccoli pezzi.
Condire con abbondante olio ed aceto e riporre in frigorifero in modo tale da far insaporire il condimento.
Nel frattempo, portare ad ebollizione 25/30 ml di acqua.
Togliere dal fuoco e aggiungere il cous cous lentamente.
Se volete un cous cous al dente, solo 25 ml.
Girate delicatamente con un mestolo di legno affinché il couscous assorba l'acqua.
Lavoratelo con le mani così da dividerlo bene.
Unitelo al condimento e lasciatelo in frigorifero.
E' ottimo servito freddo!
Se volete presentarlo con una bella forma, riempite una tazza di coccio con il couscous freddo e rovesciatelo. Aggiungete l'aceto balsamico.


Ricetta tradizionale:

400 gr di pane "casareccio" toscano affettato
1 cipolla rossa  
basilico
3 pomodori
aceto d'uva
olio evo
sale e pepe q.b.

Procedura:

Mettete il pane ad inzuppare in una terrina per circa 15 min. con acqua fredda.
Tagliate gli ingredienti grossolanamente (a differenza di prima) perché é un piatto contadino.
Strizzate il pane senza rompere le fette.
Condire con olio, aceto, sale e pepe.

Era giusto che vi dicessi la vecchia ricetta, sebbene il costo del couscous non sia elevato.
La regola vuole che per un buono couscous si usi la semola madre e venga lavorato con il burro, una volta cotto.







Usate questo perché é di ottima qualità!!!








The panzanella is a poor dish used by the farmers from Tuscany and Lazio as breakfast. The bread was considered sacred, so they do not even threw a crumb! I remember that my grandmother did not want the bread to be placed upside down on the table because it was a huge insult to God.
I've made a modern versione and put it on the "appetizers", but you can eat it like a main summer dish.
Salad bowl, a few ingredients and Colle del Trasimeno (Umbria) or Chianti ... you're done!


Ingredients:

4 people

250 g of couscous
3 stalks
3 large ripe tomatoes
extra virgin olive oil
a pinch of salt and black pepper
balsamic vinegar
white onion


Steps:

Cut all tomatoes, celery and onion into small pieces.
Put cucumbers and tomatoes with salt to lose water.
Season with plenty of oil and vinegar and store in the refrigerator in order to flavor the sauce.
Meanwhile, bring to boiling 25/30 ml of water.
Remove from heat and slowly add the couscous.
If you want a cous cous al dente, only 25 ml.
Turn gently with a wooden spoon so that the couscous to absorb the water.
Knead with your hands so as to divide it well.
Add it to the sauce and leave in the refrigerator.
It's great when you serve it cold!
If you want to present it with a nice shape, fill a earthenware mug with cold couscous and overthrown it. Add the balsamic vinegar.


Traditional recipe:

400 grams of sliced bread "homemade" from Tuscany
1 red onion
basil
3 tomatoes
wine vinegar
extra virgin olive oil
salt and pepper q.b.

Steps:

Put the bread in a bowl to soak for about 15 min. with cold water.
Coarsely chopped ingredients (unlike before) because it is a peasant dish.
Squeeze the bread without breaking the slices.
Season with oil, vinegar, salt and pepper.

It was right that I told the old recipe, although the cost of couscous is not high.
The rule is that for a good cous cous you use the flour mother and is working with the butter, once it is cooked.

Nessun commento:

Posta un commento