domenica 22 settembre 2013

LE CILIEGIE SOTTO ZUCCHERO: "IL RATTO DELLE CHIARACE"



















Non potrò mai dimenticare uno dei "giochi" più divertenti dell'infanzia: il ratto delle chiarace, ossia il furto delle ciliegie, era uno dei miei preferiti durante l'estate. Chi ha vissuto in campagna o era solito trascorrere il week-end nella "seconda" casa come me, capisce e ricorda con malinconica dolcezza quel "brivido" nell'atto di sottrarre il frutto al severo e tenace contadino.
Non è un racconto, ma il consueto aneddoto della piccola Lupin e i suoi seguaci che correvano senza neppure guardarsi indietro, temendo il contadino ma fiera del bottino. E quando sembrava calmo, lei e i suoi compagni di "burle" lo divoravano in un secondo ... e se c'era il verme? Quella era la ciliegia più buona, come la natura ci insegna;)
Cosa c'è di più bello del proibito? Se, poi, pensiamo a quali sono i "divertimenti moderni", tutto ci viene perdonato ... non credete??
Questo è un facile procedimento per renderle ottime, fatemi sapere se vi piacciono.


Ingredienti:

ciliegie mature (o visciole)
zucchero semolato


Procedura:

Lavare e sterilizzare bene i barattoli piccoli con il loro coperchio.
Avvolgerli in un canovaccio e disporli in una pentola e lasciarli bollire per 30 min. 
Ogni volta che preparate una conserva, dovete svolgere questo procedimento.
Attendere che si raffreddino e lasciarli in dispensa. 
Il giorno seguente, creare degli strati (un pò di zucchero, ciliegie, zucchero) finché il vaso sarà colmo. 
Chiudere ermeticamente, altrimenti c'è il rischio di batteri.
Lasciare in un luogo (dove c'è sempre il sole) per 40 giorni.
Poi si possono mangiare ... e il risultato? guardate le foto: ottimo direi!!! 














I will never forget one of the most fun "games" the most of childhood: the rape of the chiarace, ie the theft of cherries, it was one of my favorites during the summer. Those who lived in the countryside or used to spend the weekend in the "second" home like me, understands and remembers with melancholy sweetness that "thrill" in the act of removing the fruit to severe and tenacious farmer.
It is not a fairytale, but the usual story of a little Lupin and her followers who ran without even looking back, fearing the farmer but proud of the spoils. And when all around was calm, she and her friends devoured them in a second ... and if there was a worm? That means the most delicious cherry, as nature teaches us;)
What could be more beautiful than the forbidden stuff? If, then, we think about what are the "modern entertainment", everything is forgiven ... do not you think about?
This is an easy process to make them good, let me know if you like them.



Ingredients:


ripe cherries (or visciole)
granulated sugar


Steps:

Wash and sterilize small tins well with their caps.
Wrap them in a cloth and place them in a pot and let them boil for 30 min.
Wait for them to cool and leave them in the pantry.
The next day, create the layers (a little sugar, cherries, sugar) until the jar will be filled.
Close tightly, otherwise there is a risk of bacteria.
Leave in a place (where the sun always shines) for 40 days.
Then you can eat ... and the result? look at the pictures: I would say great!

venerdì 20 settembre 2013

CROSTONI DI MONTAGNA: POMODORINI, SALSICCIA, AFFETTATI E TANTO FORMAGGIO FUSO










Mia nonna sceglieva di preparare i crostoni quando non aveva molta fantasia e tempo. Dopo aver visto la mia foto e aver letto gli ingredienti, però noterete come la sua abilità culinaria rendeva un piatto così semplice veramente speciale.
Se avete qualche affettato, un pezzo di formaggio o pomodoro in frigo è la soluzione ideale per una cena last-minute invernale!




Ingredienti:


6 CROSTONI: circa 300 gr. di pane casareccio salato (toscano)
2 salsiccia (o spalmabile)
200 gr. di stracchino INVERNIZZINA 
10 pomodori pachino
qualche foglia di basilico
100 gr. di prosciutto cotto e/o crudo
50 gr. di mozzarella
50 gr. di groviera LEERDAMMER 
olio evo q.b.
sale q.b.




Procedura:

Preparare 3 piatti in cui mettere gli ingredienti.
Tagliare la mozzarella a fettine sottili.
Lavare e tagliare i pomodori, aggiungendo olio, sale e basilico.
Far bollire la salsiccia, spellarla e mescolarla nel mixer con lo stracchino.
Tagliare a fette sottili il pane.


Creare 3 strati: mozzarella - prosciutto cotto - mozzarella
2 strati: groviera - prosciutto crudo 
Spalmare la salsiccia e lo stracchino.
Mettere i pomodorini sopra. 

Tutti i crostoni (a eccezion di quelli con il pomodoro) vanno messi in forno a 180 °C per 6 min o in padella coperta con un coperchio.



Segreto: tagliare sottili le fettine di pane e scegliere buoni prodotti.
Lo stracchino addolcisce il sapore della salsiccia rendendolo più leggero.
Fare più strati per render più appetitosi i crostini.
Preparare prima i pomodorini in modo tale che perdano l'acqua.





My grandmother chose to prepare the croutons when she hadn't a lot of imagination and time. After seeing my picture and reading the ingredients, you will notice how her mastery makes a dish so simple really special!
If you have some ready sliced salami, piece of cheese or tomato in the fridge is the ideal solution for a last-minute winter dinner!




Ingredients:


6 CROUTONS: about 300 g of salty homemade bread (Tuscan)
2 sausage
200 gr. stracchino INVERNIZZINA
10 cherry tomatoes
a few basil leaves
100 g of ham and / or raw
50 g of mozzarella
50 g of Swiss cheese LEERDAMMER 
extra virgin olive oil q.b.
salt q.b.




Steps:

Prepare 3 dishes to put the ingredients inside.
Cut the mozzarella into thin slices.
Wash and cut the tomatoes, adding olive oil, salt and basil.
Boil the sausage, remove the peel and mix in a blender with soft cheese.
Cut into thin slices bread.


Create 3 layers: mozzarella cheese - ham - mozzarella
2 layers: Swiss cheese - ham
Smear the sausage and soft cheese.
Put the tomatoes above.

giovedì 19 settembre 2013

LA SALSA TONNATA PER SANDWICHES: UNA DELLE MIE PREFERITE!









Questa è la ricetta!


Ingredienti:


150 gr. di maionese
100 di tonno naturale in scatola
1 cucchiaino di capperi 
metà acciuga


Procedura:

Lavare i capperi e l'acciuga.
Emulsionare il tutto con il mixer.
A me non piace una crema corposa.






This is the recipe!


Ingredients:


150 g of mayonnaise
100 natural canned tuna
1 teaspoon capers
half anchovy


Steps:

Rinse the capers and anchovy.
Emulsify all with the mixer.
I do not like a dense cream.



WRAP LONDINESE: UN AMORE A PRIMA VISTA E UN LUNCH DA LECCARSI I BAFFI ...




Assaggiai il wrap a Londra e mi piacque moltissimo. Lo presi dal frigo di un supermercato perché ero veramente affamata e dopo un morso dietro l'altro, pensai: "Quando torno in Italia, lo preparo a casa a modo mio!".
Oggi, infatti, faccio per voi una versione totalmente diversa con la farina di kamut, la salsa tonnata, pomodori, insalata e peperoni.
La farina di kamut, a differenza delle altre, è alto contenuto proteico e calorico ed è severamente vietata per i celiaci. E' la prima volta che la uso ma credo non sarà l'ultima ... a breve una bella "pizzetta", che ne dite??













Ingredienti:


per ogni Wrap: 100 gr. di farina
                           50 ml. di latte
                           4 cucchiai di olio evo
                           un pizzico di sale


Ripieno: 1 pomodoro rosso medio-grande
               metà peperoncini (uno rosso, uno verde)
               lattuga
               salsa tonnata (vedi salsa tonnata)






Procedura wrap: 

Lavare tutta la verdura. Tagliare l'insalata, il pomodoro in fettine sottili e i peperoni, precedentemente sbollentati, a la julienne.


Wrap: Versare e amalgamare bene gli ingredienti 
1. farina
2. latte
3. olio
4. sale


Mettere la farina sul tagliere e sul mattarello.
Stendere come la pasta sfoglia.
Spalmare il burro nella padella.
Cuocere da ambo i lati.
Farcire (anche all'interno della padella, solo se siete brave cuoche;)

Segreto: avvolgerlo appena cotto nella carta argentata e lasciare in frigo, si manterrà morbido.












I tasted the wrap in London and I liked it very much. I took it out of the fridge in a supermarket because I was really hungry and after a bite after another, I thought: "When I go back to Italy, I prepare it at home in my own way."
Today, in fact, do it totally different for you with kamut flour, the tuna sauce, tomatoes, lettuce and peppers.
The kamut flour, unlike the others, is high in protein and calories and is strictly prohibited for coeliacs. It's the first time I use it but I won't be the last ... short a "nice pizza", what do you think about?

Ingredients:


For each wrap: 100 g of flour
                           50 ml. milk
                           4 tablespoons of extra virgin olive oil
                           a pinch of salt


Filling: 1 medium-large red tomato
             half peppers (one red, one green)
             lettuce
             tuna sauce (look at tuna una sauce - appetizer)






Procedure wrap:

Wash all the vegetables. Cut the lettuce, tomato and peppers into thin slices (previously blanched) alla julienne.


Wrap: Pour the ingredients and mix well
1. flour
2. milk
3. oil
4. salt


Put the flour on cutting board and on the rolling pin.
Spread them like puff pastry.
Put the butter into the pan.

Cook from both sides without to dry.
Fill it (including within the pan, only if you are good chef;)

Secret: Put freshly baked wrap into aluminum wrap and leave it in the fridge in order to keep soft.



mercoledì 18 settembre 2013

TIMBALLO DI RISO CON RAGU', ZUCCHINE E UOVA SODE








Molte persone pensano che il timballo sia una ricetta complicata, al contrario è molto più facile di altre finora sperimentate.
Oggi vi propongo il timballo con il riso, ma sicuramente ne farò un altro esempio a breve con la pasta corta;)
Lo consideriamo un primo, ma a mio avviso è un piatto unico da gustare preferibilmente caldo, croccante e non oltre un giorno dalla preparazione.
Avevo precedentemente preparato il ragù alla bolognese che richiede abbastanza tempo, ma se voi ne avete a sufficienza "armatevi" di pazienza e concludete la ricetta lo stesso giorno.
Quando mia nonna lo preparava, ricordo che staccavo la crosticina superiore con le manine e lei si arrabbiava ;)



Ingredienti:

6 persone


300 gr. di riso
ragù: 400 gr. di carne macinata e una bottiglia di passata di pomodoro
4 zucchine
200 gr. di parmigiano Reggiano
4 uove sode
olio evo
sale e pepe q.b.


Procedura:


Cottura del riso (vedi primi piatti: risotto piselli e zenzero;)

Lavare e tagliare le zucchine a rondelle e cuocere in padella con qualche cucchiaio di olio.

Portare a ebollizione l'acqua per le uova sode (3 min. circa)

Ragù: fare un soffritto di cipolla, carota e sedano (tagliati finemente).
Sfumare con il vino rosso.
Aggiungere la carne, un pò di brodo e la salsa di pomodoro.
Infine, un pizzico di sale e pepe.
Cuocere lentamente e girare con il mescolo di legno circa 1 ora.
Aspettare che la salsa si asciughi un pò.

Versare il riso all'interno del ragù e cuocerlo aggiungendo le zucchine, il parmigiano e le uova sode.

Posizionare qualche uovo nella pirofila con il lato tagliato verso il basso, aggiungere la mozzarella e infine un ultimo strato di riso (3 strati totali)
Infornare con un forno preriscaldato a 180 °C finché non si forma la crosta.









Many people think that the pie is a complicated recipe, on the other hand is much easier than other tested so far.
Today I propose the pie with rice, but surely I will make another example short with short pasta;)
We consider it a first, but in my opinion is a unique dish to taste preferably hot, crispy and not more than one day of preparation.
I had previously prepared Bolognese sauce that requires enough time, but if you will take enough "arm yourselves" of patience and finish the recipe the same day.
When my grandmother was preparing him remember that I removed the crust top with her ​​hands and she got angry;)



Ingredients:

6 people


300 g of rice
sauce ragù: 400 gr. minced meat and a bottle of tomato sauce
4 zucchini
200 g of Parmesan Reggiano cheese
1 mozzarella 
4 hard-boiled eggs
extra virgin olive oil
salt and pepper q.b.


Steps:


Cooking rice (look at main courses - risotto piselli e zenzero)

Wash and cut the zucchini and cook them in a pan, adding a few tablespoons of extra virgin olive oil.

Bring to a boil the water for hard-boiled eggs (3 min.)

Ragù: make a fried onion, carrot and celery (finely chopped).
Deglaze with red wine.
Add the meat, a bit of broth and tomato sauce.
Finally, a pinch of salt and pepper.
Cook slowly and turn it about 1 hour.
Wait until the sauce dries a bit.

Pour the rice into the sauce and cook adding the zucchini, Parmesan cheese and hard boiled eggs.

Place a few eggs in the pan cut side down, add the mozzarella and then a final layer of rice (3 layers).
Bake with a preheated oven at 180 ° C until it forms the crust.








CAVOLFIORE AU GRATIN CON ACCIUGHE, PARMIGIANO E PROVOLA AFFUMICATA




Le verdure au gratin sono uno dei miei contorni preferiti. Mia nonna sapeva sapientemente prepararle e questa è una delle tante: i cavolfiori mondati ed infornati con acciughe, una spolverata di parmigiano Reggiano e qualche pezzettino di provola affumicata. Lei sceglieva questi due formaggi perché sono magri rispetto al gorgonzola che viene consigliato.
Questo può una ricetta della domenica o per una bella cena d'inverno fra amici: 20 minuti di preparazione e pronto dopo 30 minuti circa ;)








FASE 1.










Ingredienti:

6 persone


2 cavolfiori medio grandi
100 gr. di pane grattuggiato
100 gr. di provola affumicata (o gorgonzola)
100 gr. di parmigiano Reggiano
10 filetti di acciughe (o bottarga)
20 cl di aceto di vino bianco
olio evo
burro q.b.
sale q.b. (facoltativo, io non lo metto)


Procedura:

Mondare i cavolfiori, cuocendoli al dente con acqua ed aceto in modo tale non si sentirà quello "odoraccio" in tutta casa.
Accendere il forno a 180 °C.
Disporli nella pirofila imburrata e dividerli in piccoli pezzi.
Mescolarli con i formaggi e in cima mettere: il pangrattato, le acciughe, dei fiocchi di burro e dell'olio.
Alzare il forno per creare una crosta sulla parte superiore.








FASE 2-3










The vegetables au gratin are one of my favorite side dishes. My grandmother was able to prepare expertly: the washed and baked cauliflower with anchovies, a sprinkling of Parmesan cheese and a few bits of smoked provola cheese. She chose these two because they are light than cheese gorgonzola that is often recommended.
This is a recipe for Sunday lunch or for nice winter dinner among friends: 20 minutes of preparation and ready after about 30 minutes;)





Ingredients:

6 people



2 medium to large cauliflowers
100 g of bread crumbs
100 g of smoked cheese (or gorgonzola)
100 g of Parmesan Reggiano cheese
10 anchovy fillets (or roe)
20 cl of white wine vinegar
extra virgin olive oil
butter q.b.
salt q.b. (optional, I do not put it)




Steps:

Cleanse the cauliflower away, cook them well with water and vinegar to avoid the "stench" at home.
Preheat oven to 180 ° C.
Place them in the buttered baking dish and divide them into small pieces.
Mix them with the cheese and put on top: the breadcrumbs, anchovies, flakes of butter and oil.
Raising the oven to create a crust on top.